Reality Tv

La mia carriera artistica non è solo il Jetset degli eventi moda o le serate Special Guest nelle discoteche di tendenza, è anche la TV del ventesimo secolo, una TV con i suoi programmi di tendenza, di attualità e naturalmente i Talk-show e Rality-Show.

Il 2005 è l’anno della mia partecipazione al reality show inglese “The Farm”, un genere di programma televisivo in cui sono trasmesse situazioni drammatiche e umoristiche non dettate da un copione, ma che i protagonisti sperimentano come fosse la loro vita reale. In quella edizione, che riscosse un notevole audience con la mia partecipazione straordinaria, mi trovavo davanti alle telecamere insieme all’attrice americana Cherlene Tilton (nota nel famoso telefilm “Dallas”) e a Ron Jeremy, uno dei miei attori partner sul set a luci rosse. Naturalmente figuravano altri attori, altrettanto noti in questo famosi reality inglese, prodotto dalla nota casa di produzione ENDEMOL UK.

Dopo aver tentato di partecipare all’ “Isola dei Famosi” nel 2008, ho trovato molta fama in Argentina, con un pubblico davvero entusiasta di me, dove partecipai alla versione locale di “Ballando con le stelle“, intitolata “Bailando por un sueño“.

Purtroppo abbandonai il reality a causa di una frattura ad una costola capitatami durante le prove, ma il mio debutto ballerino è stato tutto un successo: entrai in scena con un vestitino celeste ed un boa di pelliccia attorno al collo sul Canal 13 in diretta da Buenos Aires, per poi esibirmi sulle note di “I Will Survive” di Goria Gaynor: pur non superando l’esame della giuria, la mia verve, anche grazie al duetto verbale con il conduttore Marcelo Tinelli, mi procurò l’adorazione del pubblico, sia quello in studio con una standing ovation, sia quello da casa, che mi salvò con il 63 per cento dei televoti.

Durante le interviste in Argentina, spiegai che, rottura della costola a parte, non avevo mai pensato di vincere lo show: mi è capitato di dover ballare nei miei show, e credo che continuerò a farlo, ma questo reality, migliore della versione italiana, richiedeva un’alta capacità ballerina, cosa che non avevo ad alti livelli. “Bailando por un sueño” mi diede comunque la possibilità di entrare di nuovo in contatto col pubblico argentino, da sempre molto “caliente” nei miei confronti”, e la produzione del programma ancora oggi è entusiasta della mia partecipazione.

Nel 2017, è sfiorata per un pelo la mia partecipazione a “L’Isola dei Famosi”, 12sma edizione, a sole poche settimane dall’avvio della nuova edizione quando ancora non erano stati confermati tutti i nomi dei concorrenti che dovevano prendere parte all’avventura, nel frenetico ritmo di voci tra i candidati protagonisti apparve il mio nome, all’ultimo minuto non venne confermata la mia partecipazione, ma all’orizzonte diventa sempre più vicino, per le nuove edizioni, il mio approdo in questo meraviglioso reality show che ogni anno tiene incollati davanti agli schermi televisivi milioni di telespettatori.

Del 2017 non è tutto quanto detto fin’ora, perché a settembre ricevetti una interessante email dal produttore di RTL KLUB TV : il responsabile del casting del famoso reality ungherese “Celeb Vagyok, ments ki innen!” mi invitava a Budapest negli studi della produzione per propormi la partecipazione al reality più famoso della TV ungherese, una specie di “Jungla dei Famosi” dove i partecipanti sono messi a dura prova nella fitta foresta tropicale del Sud Africa procurandosi acqua e alimenti offerti dalla natura, oltre a dure prove con animali esotici quali serpenti, ragni e insetti di ogni genere.

Firmato il contratto di partecipazione, insieme ad altri personaggi ungheresi famosi ho dimostrato tutto il mio entusiasmo negli spot televisivi di presentazione del reality recandomi spesso in Ungheria, fino al 23 novembre giorno della partenza per Johannesburg con volo Air France AF990…dopo ben 12 ore di volo io e tutti i partecipanti del reality siamo giunti in hotel per le interviste e il giorno dopo con un volo privato siamo arrivati nella fitta jungla del Sud Africa : da subito ho saputo dosare le mie energie per affrontare le dure condizioni di vita in cui io e i miei compagni d’avventura siamo stati costretti e messi a dura prova al limite della sopportazione. Per qualcuno il limite è stato superato dopo un paio di giorni, cosa che ha fatto prendere la decisione di abbandonare il reality : privazioni, astinenze e lontananza, tutti elementi che contribuiscono da subito a far abbandonare la “Jungla dei Famosi”, ma io ho resistito quasi fino alla fine e sono giunta in finale con un ottima posizione nella classifica finale, dopo aver sfidato serpenti, ragni, ed insetti di ogni genere che camminavano sul mio corpo, la CICCIOLINA che è in me si è trovata a suo agio essendo io amante della natura, degli animali e di ogni forma vivente.

Un’avventura che vorrei rifare davvero, magari in altri reality : ciò che manca dalla vita di tutti i giorni ci fortifica e per capirlo bisogna esserne privati, per me partecipare ad un Reality di Sopravvivenza è l’avventura più bella al Mondo! Aspetto quindi di essere invitata alle prossime avventure di sopravvivenza per altri importanti programmi Reality TV